martedì 28 febbraio 2023

DIECI ANNI DI "Di Storia, di storie"! (28 febbraio 2013-28 febbraio 2023)

La passione per la ricerca, per la rilettura e l’analisi delle proprie radici, è un tema che negli ultimi anni ho coltivato con ardore, amore e impegno costante. Tutto ciò per fare onore alla mia terra, la Basilicata, ormai definitivamente sottratta allo stereotipo di territorio chiuso e immobile. 

Iniziava così, con queste semplici parole, l'avventura di un blog nato con la volontà di divulgare frammenti più meno noti, testi, documenti relativi alla Basilicata ed al Mezzogiorno. Un blog che si avviava timidamente, con testi volutamente semplici, ma ben documentati, e che in dieci anni ha contato più di 30 collaboratori, positivi riscontri nazionali e internazionali da parte di lettori, studenti e appassionati, e un totale di 650 post. 

Siamo partiti in solitaria, per poi diventare un gruppo affiatato e combattivo, coadiuvato dal nostro Direttore Antonio D'Andria e dal Vicedirettore Antonio Cecere (anima dello staff e Presidente dell'ArcheoClub Vulture), sempre pronti a divulgare e dare suggerimenti di letture, visione di fonti note e meno note, contributi di studiosi, studenti e appassionati.

I nostri redattori sono cresciuti nel tempo, affinando le loro già notevoli capacità con iniziative editoriali di collaborazione, come il Dizionario degli Storici Meridionali, avviato nel 2019 in collaborazione con il portale Storia della Campania, o ancora il volume su Mondo Vecchio e Mondo Nuovo pubblicato dai nostri caporedattori Antonio Cecere e Luisa Rendina grazie a PhotoTravel edizioni.

Abbiamo dovuto affrontare mille sfide dovute a ignoranza e sospetto, non ultima quella che, circa tre anni fa, ci contrappose a docenti invidiosi e mediocri, che minacciarono, millantando non si sa quali occulti poteri, di farci chiudere per manifesta incompetenza. Ma si sa, omnia immunda immundis. E siamo ancora qui!


Un decennio di presentazioni di volumi di docenti di rilievo, di studiosi affiliati al nostro blog e ottimi collaboratori, come Antonio Cecere, Luisa Rendina e Ivan Larotonda, di iniziative di divulgazione e di colloqui con i nostri followers nel segno della divulgazione scientifica seria, ma volta a far riscoprire le radici della nostra storia senza inutili formalismi. 
Ancora, un prodotto notevolissimo è stata la pagina storica sul Vulture nel "Notiziario Ruvese" e, infine, da circa un anno, la collaborazione con l'associazione We love Potenza con cui, dalle pagine del free press "Come @ Potenza", contribuiamo con amore e passione a far riscoprire fatti e personaggi del capoluogo di Regione.
Ne approfittiamo per ringraziare i nostri collaboratori:

Antonio Cecere
Ivan Larotonda
Giovanni Ambrosecchia
Caterina De Canio
Rosangela Restaino
Rocco Raimondi
Gianni Palumbo
Luisa Rendina
Maddalena Albano
Ambrogio Quinto
Claudia Pingaro
Roberta Sassano
Grazia Pastore
Veronica Robertini
Maria Pia Belfiore
Marina Corsini
Martina Summa
Margherita Gaudiano
Angelo Carriero
Flavia Elettrico
Carlo Achillea
Giuseppe Ricciardone
Cataldo De Luca
Caterina Bevilacqua
Eufemia Smaldone
Carmen Cazzetta

Un grazie vivissimo a voi tutti che ci leggete e sostenete con immutata passione, per un altro decennio ancora!


La Redazione


giovedì 9 febbraio 2023

Bibliografie essenziali. 43. I consigli provinciali e distrettuali napoleonici

  • A. SCIROCCO, I problemi del Mezzogiorno negli atti dei consigli provinciali (1808-1830), in «Archivio Storico per le Province Napoletane», terza serie, vol. IX (1971), pp. 115-138
  • ID., I corpi rappresentativi nel Mezzogiorno dal “decennio” alla restaurazione: il personale dei consigli provinciali, in «Quaderni storici», XIII (1979), n. 37 (genn.-apr.), Notabili e funzionari nell’età napoleonica, a cura di P. Villani, pp. 102-125
  • M. S. CORCIULO, Dall’amministrazione alla costituzione. I Consigli generali distrettuali di Terra d’Otranto nel Decennio francese, Napoli, Guida, 1992
  • M. COPPOLA, L’organizzazione periferica dello stato murattiano, Il Consiglio provinciale di Principato Citeriore, Salerno, Pietro Laveglia editore, 1983
  • M. S. CORCIULO, Sugli atti dei Consigli provinciali e distrettuali di Principato Citra durante il decennio francese. 1806-1815, in «Clio», XXV (1989), 1, pp. 105-122
  • EAD., I Consigli generali e distrettuali di Terra d’Otranto dal 1808 alla rivoluzione del 1820-21, in A. MASSAFRA (a cura di), Il Mezzogiorno preunitario. Economia, società e istituzioni, Bari, Dedalo, 1988, pp. 393-410
  • P. NUZI, La presenza borghese nei Consigli Generali e Distrettuali di Abruzzo Ulteriore II (1808-1830), ivi, pp. 411-427
  • N. ANTONACCI, I Consigli provinciali di Terra di Bari e Capitanata tra amministrazione e costituzione, in ID., Dalla Repubblica napoletana alla monarchia italiana. Politica e società in Terra di Bari (1799-1860), Bari, Edipuglia, 2000, pp. 71-110
  • L. CALABRESE, Il Mezzogiorno attraverso gli atti dei Consigli Provinciali (1808-1830), Potenza, Consiglio Regionale della Basilicata, 2003
  • ID., Il personale politico dei consigli provinciali, in «Bollettino Storico della Basilicata», 17 (2001), pp. 59-88

La Basilicata moderna. 44. Potenza post-napoleonica

La gestione di un capoluogo non fu mai, nella tarda modernità del Mezzogiorno d’Italia, una cosa facile, tanto meno in una provincia così  v...