Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

Bibliografie essenziali. 3. Letteratura in Basilicata

AutoreTitoloLuogo e dataCASERTA GIOVANNIStoria della letteratura lucanaVenosa, Osanna, 1993DI MASE CARMELALa biblioteca dei conti GattiniMatera, Altrimedia, 2001IMBRIANI MARIA TERESAAppunti di letteratura lucana. Ventisette ritratti d'autore dal Medioevo ai giorni nostriPotenza, Consiglio Regionale della Basilicata, 2000IMBRIANI MARIA TERESAAppunti di letteratura lucana. Ventisette ritratti d'autore dal Medioevo ai giorni nostriPotenza, Consiglio Regionale della Basilicata, 2000SANTORO MARIOLa memoria e l'identità. Antologia di poeti e scrittori lucani. Volume AzzurroPotenza, Consiglio Regionale della Basilicata, 2005SANTORO MARIOLa memoria e l'identità. Antologia di poeti e scrittori lucaniPotenza, Consiglio Regionale della Basilicata, 2004

Basilicata popolare. 1. Il maggio accetturese

La sagra del Maggio è una festa popolare che si tiene ogni anno nel comune di Accettura, in provincia di Matera, in occasione dei festeggiamenti per il patrono San Giuliano. Si tratta di un antico rito nuziale e propiziatorio in cui il Maggio, un albero di alto fusto, si unisce ad un agrifoglio, la Cima, rappresentando i tradizionali culti arborei molto diffusi soprattutto nelle aree interne della Basilicata e della Calabria. Tutto inizia la prima domenica dopo Pasqua, quando un gruppo di volontari si reca nel vicino bosco di Montepiano per scegliere il cerro più alto, dritto e sano che diventerà il Maggio; la domenica successiva viene scelta nella foresta di Gallipoli-Cognato la Cima, un agrifoglio che sarà innestato in un simbolico matrimonio sopra il Maggio nelle settimane a venire. Il giovedì dell'Ascensione il Maggio viene abbattuto; otto giorni dopo viene trascinato da cinquanta coppie di buoi di razza podolica fino alle "chiapparedd", un'area a circa 4 km d…