giovedì 4 settembre 2014

Un ricordo di Nicola Cataldo

Nato a Pisticci (Matera, Basilicata) il 22 ottobre 1928, Nicola Cataldo si laureò in giurisprudenza. 
Avvocato, onorevole, sindaco di Pisticci, ha dedicato una vita alla militanza nel Pci, con la cui lista era stato eletto per la prima volta in seno al consiglio comunale di Pisticci nel 1952. Avanguardia del Partito Comunista Italiano nel periodo della lotta per le terre e, proprio perché accusato di essere organizzatore di quelle lotte, fu tradotto in carcere per sei mesi assieme ad altri dirigenti comunisti. 
Per quattro volte Nicola Cataldo è stato sindaco del comune di Pisticci: dal 1952 al 1956, dal 1960 al 1963, dal 1975 al 1980 dal 1993 al 1995. 
Tre, invece, le elezioni alla carica di Deputato alla Camera: nel 1963, nel 1968 e nel 1972, per tre legislature (IV, V e VI - dal 1963 al 1976) dove fu Segretario della XII commissione Industria e Commercio, artigianato e commercio estero. Nella sua veste di parlamentare, Nicola Cataldo promosse 49 progetti di legge ed intervenne 89 volte, tra l'altro a proposito delle modificazioni ed integrazioni alla legge 28 febbraio 1967, n. 126, riguardante provvedimenti per completare il risanamento dei rioni "Sassi" di Matera e per la loro tutela storico-artistica. 
Venne eletto anche in seno al consiglio regionale di Basilicata quando, ancora onorevole, dovette rinunciare per incompatibilità. 
Nicola Cataldo è morto a Potenza il 3 settembre 2014.

Nessun commento:

Posta un commento

Opere dei Grandi Lucani online. 1. Giustino Fortunato

Dopo numerose risorse che abbiamo finora messo a disposizione di studenti e studiosi, nella nostra sezione Materiali didattici  e nei Do...