La Basilicata contemporanea. 2. Raffaele Giura Longo, storico, politico, uomo di lettere


Nato a Matera nel 1935, Raffaele Giura Longo apparteneva ad un'antica e prestigiosa famiglia che aveva dato a Matera nei secoli molti amministratori onesti e capaci. Si laureò in Lettere e Filosofia all'Università di Bari nel 1959 e, tornato a Matera, fu prima insegnante alle scuole medie fino al 1972, per poi diventare preside degli istituti di istruzione superiore. Fin da giovanissimo fece parte del gruppo di intellettuali che diede vita alla rivista "Basilicata", e successivamente collaborò con le riviste "Questitalia", "Studi Storici", "Critica Marxista", "Rassegna Storica del Risorgimento", "Risorgimento e Mezzogiorno" (della quale fu vice-direttore e componente di redazione), "Archivio Storico Pugliese" e "Bollettino Storico della Basilicata" (della quale è stato anche direttore). Successivamente passò all'insegnamento di storia del Risorgimento all'Università di Bari, cattedra che avrebbe tenuto fino al 2005. 
In ambito accademico, fu presidente del Consorzio Universitario Materano e della Deputazione di Storia Patria per la Lucania, nella quale fu tra i primi 30 deputati fondatori, divenendone, appunto, Presidente dal 27 ottobre 2001 alla morte.
In qualità di Presidente della Deputazione, tenne più volte a sottolineare come, citando Le Goff, compito dello storico fosse quello liberare l’uomo dal proprio passato, dall'evitare di creare "stereotipi micidiali che impediscono di fatto la conoscenza storica nella sua complessità e nella sua dinamicità", affermando la necessità di una "res condenda, cioè sostanzialmente storia ancora da fare, perchè la storia è, per definizione, cambiamento".
Dopo essere stato eletto consigliere comunale di Matera nelle file del PCI, Giura Longo fu eletto prima deputato alla Camera (dal 1976 al 1983) e poi senatore (dal 1983 al 1987): fu, in tale ambito, segretario dell'ufficio di presidenza della Camera dei Deputati sotto la presidenza di Nilde Jotti, poi componente della commissione inquirente, impegnandosi con successo per la legge n. 771 sui Sassi di Matera. Proprio in tale direzione, nonostante gravi problemi di salute, si sarebbe candidato senza successo alla carica di sindaco di Matera nelle elezioni del 2007. Morì il 16 marzo 2009.
Tra le sue pubblicazioni: I beni ecclesiastici nella storia economica di Matera, Matera, Montemurro, 1961; Matera, sassi e secoli, Matera, Galleria studio, 1966; Clero e borghesia nella campagna meridionale, Matera, Basilicata, 1967; Breve storia della città di Matera, Matera, BMG, 1981; Le fonti della storia: demani e prefetti "comunisti" nella Basilicata dell'Ottocento, Matera, BMG, 1988; La Basilicata moderna e contemporanea, Napoli, Edizioni del Sole, 1992; A. VON HUMBOLDT, Saggio politico nella Nuova Spagna, a cura di R. Giura Longo e P. Rossi, Bari, Edipuglia, 1992; La Basilicata: i tempi, gli uomini, l'ambiente, a cura di F. Boenzi-R. Giura Longo, Bari, Edipuglia, 1994; Con Malaspina nei mari del Sud, a cura di R. Giura Longo e P. Rossi, Bari, Graphis, 1999; La storiografia pugliese nella seconda meta dell'Ottocento, a cura di R. Giura Longo e G. De Gennaro, Bari, Levante, 2002.

Commenti

Post popolari in questo blog

Paesi lucani. 2. Bernalda nel 1797

IDENTITÀ IGNORATE. Altri danni per la Basilicata

La Basilicata moderna. 2. Gli arbëreshë e la Basilicata